Hamburger paretimologici di ceci

Cosa ci fanno un hamburger, una paraetimologia e dei ceci nello stesso post? Di preciso non lo so ma una cosa è certa: non sfuggirete al tentativo di ricostruzione logica che mi ha portato alla cena di stasera.

Partiamo dal presupposto che ieri sera avevo voglia di hamburger ma il pub in cui sono stata non si è rivelato all’altezza di soddisfare le mie smanie proteiche-ipercalorico-gustative. Ho cercato di non pensarci per tutta la giornata ma stasera…hamburger, hamburger, hamburger. Cacchio non ho il macinato. Mumble, mumble: lo faccio con i ceci. E qui si attacca la riflessione sulla paretimologia.

Hamburger, cheeseburger, megaburger e burger dicendo non sono altro che nomi nati da una errata valutazione etimologica, appunto paretimologia o etimologia popolare:

il suffisso inglese -burger, in tedesco –er, è un comune suffisso per la formazione di aggettivi derivati da toponimi (nomi di luoghi), come in Berliner ‘berlinese’, Wiener‘viennese’, Frankfurter ‘di Francoforte’.

Alcuni di questi aggettivi venivano anche utilizzati per denominare piatti tipici legati a una città (es. Frankfurter, un tipo di salsiccia). Così anche l’hamburger era un particolare tipo di carne di Amburgo se non fosse che una volta importata negli Stati Uniti la parola è stata risegmentata nelle componenti ham (prosciutto) + burger….sebbene il prosciutto non fosse un ingrediente della ricetta!

Il mio cervello ha processato il manuale di linguistica di Lehmann e si è convinto che alla fine un hamburger si può fare anche con i ceci (del resto gli americani c’hanno visto dentro del prosciutto che non c’era).

In dieci minuti ho frullato, montato e fritto i miei ceci-burger, aggiunto delle patatine fritte tagliate sottilissime (fame, poco tempo), insalata e un po’ di senape. Ricettina easy perfetta anche per gli amici vegetariani. Fine del raccontino.

Godetevi i miei hamburger paretimologici di ceci con patate chipssssss (tanto di moda).

hamburger di ceci

Ingredienti per 2 persone:

  • 1 barattolo di ceci precotti (io avevo quelli in dispensa)
  • 4 fette biscottate (o 2 fette di pane secco sbriciolato)
  • 1 presa di origano
  • 1 presa di rosmarino
  • 1 macinata di pepe (facoltativo)
  • pangrattato per la panatura
  • 2 patate
  • 2 grosse foglie di insalata verde
  • 2 cucchiai di senape
  • olio per la frittura + olio per ungere la padella

Procedimento

Lavate i ceci precotti, non scolate troppo e passateli con il frullatore a immersione; sbriciolate nel composto 4 fette biscottate (o del pane secco), aggiungete origano, rosmarino e pepe (a piacere, facoltativo: come ve pare). Mescolate fino a ottenere un composto morbido e adatto alla formazione di polpette: se è troppo morbido aggiungete altre fette biscottate o pane. Formate i ceci-burger e passateli nel pangrattato.

Ungete e scaldate una padella antiaderente, adagiatevi gli hamburger e fateli cuocere un paio di minuti per lato, fino a farli dorare.

Nel frattempo sbucciate le patate e tagliatele a chips sottilissime, fate scaldare l’olio per la frittura e friggetele, scolatele e lasciate asciugare sulla carta assorbente (aggiungete sale a piacere).

Tostate il pane (io avevo il mio adorato pane di Lariano), mettete l’insalata, l’hamburger, un cucchiaino di senape e coprire con un’altra fetta di pane tostato. Servite con le patatine.

Buone riflessioni paretimologiche a tutti!!!

hamburger di ceci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...