Pizze fritte o dei fantasmi detox

Tutti a giurare e spergiurare: da domani basta. Le ultime parole famose di Ferragosto quando satolli e farciti di frittate di maccheroni, rustici, timballi, arrosti di ogni tipo, grigliate pazze, abbiamo deciso di dire basta agli stravizi alimentari delle ferie augustali. Se però anche voi fate parte, come me, degli irriducibili delle fritture estive non potete non provare questa ricetta, un po’ della nonna, un po’ rivisitata “a occhio”: le pizze fritte. Nella versione dolce spolverizzatele con zucchero a velo o servitele con del miele ai frutti di bosco, nella versione salata sbizzarritevi con salumi e insaccati. La mia versione preferita che sa d’estate è quella con fichi e prosciutto crudo! Avvertenza: la frittura migliore è quella in olio profondo extra vergine di oliva.

Ingredienti per circa 10 pizze (da 23 cm)

  • 500 grammi di farina 00 (oppure 300 gr di farina integrale + 200 gr. di farina 00)
  • 250-280 grammi di acqua (il composto deve risultare abbastanza molle )
  • 2 bustine di lievito disidratato
  • 2 cucchiai di olio d’oliva
  • 2 prese di sale (base neutra)
  • 1 cucchiaino di zucchero

Procedimento:

  1. Versate in una ciotola capiente la farina, il lievito e lo zucchero, mescolate aggiungete il sale e l’olio e pian piano l’acqua a temperatura ambiente (usate quella in bottiglia se quella del rubinetto è troppo calcarea o troppo ricca d’impurità); aiutatevi prima con un cucchiaio di legno e poi impastate per una decina di minuti con le mani oliate
  2. Quando il composto sarà liscio e omogeneo, coprite con la pellicola e fate lievitare lontano da spifferi e correnti (io di solito lascio lievitare nel forno spento) per un paio d’ore, fino al raddoppiamento del volume.
  3. Tirate fuori la pasta lievitata e con un coltello a lama liscia tagliate tanti panetti quante sono le pizze che vorrete preparare (la dimensione dipende dal vostro gusto); infarinate il piano e stendete le pizze con il mattarello (circa mezzo cm). Bucatele con i rebbi di una forchetta.
  4. Nel frattempo fate riscaldare abbondante olio d’oliva e quando sarà pronto (fate la prova dello stuzzicadenti: se si formano le bollicine è pronto) immergete le pizze una per volta. Fatele dorare e fatele asciugare su carta assorbente.
  5. Mangiatele calde semplici, farcitele con degli ottimi fichi e del prosciutto oppure divertitevi a trovare il vostro abbinamento preferito.
    pizze fritte_fichi_prosciutto

Se volete invece concedervi uno spuntino dolce stendete la pasta sottile e tagliatela a triangolini, friggete e una volta raffreddati spolverizzate con zucchero a velo. Servite i vostri triangoli fritti accompagnandoli con del miele, la marmellata che preferite o del cioccolato fuso

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...