Girelle di IKEA contro il mal di neve

Neve, neve, neve! E qua urge una girella di IKEA, quelle zuccherose e cannellose che fanno tanto Nord Europa. Ma l’IKEA è sotto la neve a troppo chilometri dalla mia grotta montana. Ma ho il lievito, il burro e la farina quindi che girella sia! E no, mi sembra evidente che non sono ancora satura di dolci dopo gli stravizi di Natale🙂

E vuoi mettere svegliarsi il 1 gennaio e iniziare l’anno con cotanta morbidezza?Una ricetta che ipnotizza con l’odore e crea dipendenza. Ah, dimenticate la planetaria e usate le mani: impastare è un gesto d’amore, saper aspettare i risultati una prova di virtù.

Buon Capodanno!

La ricetta la trovate anche su Roba da donne.

Ingredienti (circa 16 girelle)

  • 70g burro
  • 500g farina
  • 80g zucchero
  • 2 prese di sale
  • 1 panetto di lievito di birra fresco
  • 250ml latte

Per la farcitura (metà uvetta, metà gocce di cioccolato)

  • 30 gr. di burro a temperatura ambiente
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 2 cucchiai rasi di cannella
  • 1 manciata di uvetta
  • 2 manciate abbondanti di gocce di cioccolata
  • latte q.b.
  • 1 uovo sbattuto
  • 1 bicchierino di rosolio alla cannella (o rum)

Procedimento:

  1.  Tagliamo il burro a pezzetti e mettiamolo in una ciotola; aggiungiamo lo zucchero, il sale e la farina. Lavoriamo con la punta delle dita per far incorporare il burro.
  2. In un bicchiere versiamo una parte di latte  tiepido, sbricioliamo il lievito e mescoliamo fino a completo scioglimento. Aggiungiamo il lievito sciolto nel latte all’impasto e iniziamo a mescolare con l’aiuto di un cucchiaio. Gradualmente versiamo tutto il latte e lavoriamo il composto con le mani fino ad ottenere un impasto liscio e lucido (almeno 5 minuti).
  3. Mettiamo il panetto in una ciotola, copriamo con la pellicola e lasciamo lievitare in un luogo caldo al riparo da spifferi e correnti (io di solito faccio la lievitazione nel forno spento leggermente riscaldato). Quando l’impasto sarà ben lievitato stendiamolo a forma rettangolare dello spessore di 1 cm.
  4. Siamo pronti per farcire. Per la mia versione doppia, uvetta e cioccolato, ho diviso il ripieno simmetricamente sul rettangolo di pasta. Su una metà ho spalmato una farcia a base di zucchero, burro, cannella (precedentemente lavorate insieme) e aggiunto uva sultanina, fatta ammollare un’oretta in acqua e liquore (rosolio alla cannella o rum) e poi ben strizzata. Nell’altra metà ho spennellato latte e caffè e cosparso di gocce di cioccolato fondente.
    Girelle lievitate: uvetta o cioccolato?
  5. Arrotoliamo l’impasto e tagliamo il rotolo a fette di circa 1 cm (millimetro più millimetro meno)
    Girelle lievitate: uvetta o cioccolato?
  6. Adagiamo le fette su una teglia rivestita di carta forno e facciamo lievitare ancora una mezz’ora, sempre in un luogo caldo.
    Girelle lievitate: uvetta o cioccolato?
  7. Nel frattempo facciamo riscaldare il forno a 200°. Trascorso il tempo della seconda lievitazione, spennelliamo con l’uovo sbattuto e inforniamo per una decina di minuti.
    Girelle lievitate: uvetta o cioccolato?

Il risultato sarà sorprendente: girelle lievitate dorate e croccanti fuori e morbidissime e golosamente farcite dentro

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...